La bottarga in gravidanza, le donne possono assumere questo alimento?

Nonostante i mille dubbi dei consumatori, gli operatori sanitari considerano sicuro il consumo di bottarga durante la gravidanza. Questo prelibato alimento è una varietà di caviale ricca di proteine e acidi grassi omega-3, entrambi essenziali per lo sviluppo fetale. Tuttavia, è importante essere consapevoli che la bottarga contiene anche livelli significativi di mercurio, il quale può essere dannoso per lo sviluppo del bambino soprattutto nelle prime settimane di gestazione.

Pertanto, è consigliabile consumare la bottarga sempre con moderazione durante i nove particolarissimi mesi della gravidanza. Le donne, inoltre non dovrebbero superare le tre porzioni di bottarga alla settimana, esagerare col quantitativo, come detto, può avere effetti indesiderati. Riteniamo inoltre opportuno ricordare a chi ci legge di contattare sempre il proprio medico prima di assumere questo alimento e di richiedere informazioni più approfondite perché ogni gravidanza è unica e ciò che potrebbe valere per una donna potrebbe non valere per un’altra. Approfondiamo il tema all’interno dell’articolo che segue spiegando anche cosa sia effettivamente la bottarga.

Donna incinta che fa un bagno rilassante
Donna incinta che fa un bagno rilassante-Eleanor Jean-pexels.com

La bottarga, che alimento è?

La bottarga è una prelibatezza culinaria diffusa in diversi paesi del Mediterraneo come in Italia. Questo prelibato ingrediente prende il nome dal concetto di “uova di pesce salate ed essiccate”, che poi è la procedura con cui si ottiene questo specifico alimento. La maggior parte della bottarga, infatti, proviene da sacche di uova di muggine o tonno rosso, che vengono sottoposte a un processo di salatura e successiva essiccazione. A causa della pesca eccessiva dei cefali, la bottarga è diventata un lusso gastronomico, apprezzato per il suo sapore unico e ricercato.

Nonostante quanto detto precedentemente, però, vanno aggiunte delle piccole informazioni. Certo, mangiare bottarga in gravidanza è possibile se in quantità non esagerate, ma stando ad alcuni medici sarebbe sempre meglio evitare. Molti studiosi affermano che bisognerebbe evitare anche di mangiare pesce crudo, molluschi o crostacei come i gamberi, ed anzi di cuocere sempre questi alimenti durante i nove mesi di gestazione.

Donna incinta foto
Donna incinta foto-Daniel Reche-pexels.com

Listeria, il batterio pericoloso per la salute

Il pericolo principale quando si assumono cibi crudi, in particolare pesce e crostacei, è quello dato dalla listeria, un batterio che potrebbe provocare febbre, dolori addominali, diarrea, ecc., risultando molto pericoloso per le donne incinte. Questo batterio può in realtà trovarsi anche in acqua o nelle verdure, ma il nostro organismo entra in contatto con lo stesso anche quando ingeriamo pesce o crostacei infetti. I medici consigliano dunque di cuocere gli alimenti durante la gravidanza perché, come la stragrande maggioranza dei batteri presenti in natura, la listeria non sopravvive a processi di cottura, anche se brevi.

Il problema principale di questo batterio è che in alcuni casi può provocare condizioni anche gravi per il nostro organismo. Le persone che soffrono ad esempio di diabete, o che presentano scarse difese immunitarie, possono infatti rischiare davvero grosso. In alcuni casi, infatti, questa infezione ha causato lo sviluppo di meningiti ed addirittura di sepsi, pericolosissime, come si può intendere, anche per le donne incinte. Il batterio infatti può causare nelle donne anche aborti. Ovviamente esiste una cura trattandosi di batteri, che consiste sostanzialmente nell’assunzione di antibiotici atti a combattere lo specifico batterio, ma risulta essere comunque un qualcosa da non sottovalutare.

Considerazioni finali

Come si è letto, dunque, assumere questo alimento è possibile, ed anzi, le sue proprietà nutrizionali risultano anche ottime per la crescita del feto. Allo stesso tempo però non bisogna esagerare con le dosi e non assumerlo quotidianamente, anzi, stando a molti medici è sempre meglio durante la gestazione non rischiare e mangiare solo cibo cotto. Contattate sempre il vostro medico curante per informarlo di una vostra decisione, ed ascoltate sempre il suo parere in merito.

About Pasquale Arrichiello

This author bio section can be dynamically pulled by enabling its Dynamic data option in the right toolbar, selecting author meta as the content source, add description into the Author meta field.

Lascia un commento